MECCANICA e DINTORNI

COSTRUIAMO LE NOSTRE CNC DIVERTENDOCI CON L'AIUTO DI TANTI PROFESSIONISTI ESPERTI
Oggi è mer mar 20, 2019 14:13

Tutti gli orari sono UTC +1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 54 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: Tempra
MessaggioInviato: lun mar 11, 2019 16:06 
Non connesso
TORNITORE E FRESATORE
Avatar utente

Iscritto il: lun set 08, 2008 06:49
Messaggi: 9109
Località: Firenze
la sigla è 1.4916 con questa trovi le caratteristiche dell'acciaio in questione Nitro-b in meccanica non vuol dire niente è il nome del produttore o commerciale

il Trattamento termico:

- Forgiatura: non è raccomandata. 980-1140 ºC temperatura di funzionamento. Preriscaldare a 950 ° C per 10 a 15 minuti. Molto lento raffreddamento in forno o materiali isolanti (sabbia, sale, mica).

- Normalizzazione: 500 - 600 ° C. Per eliminare le tensioni strutturali causate dalla forgiatura o rettifica. Tempo consigliato, 15 - 20 minuti, trascorso questo tempo la temperatura inferiore a 250 ° C e mantenere 10 minuti. Lasciare raffreddare in forno con la porta aperta.

- Temperato (olio): 1050-1060 ° C. Riscaldare a 950 ° C, , salto termico a temperatura raggiunta, mantenere almeno 2 minuti per millimetro stabilizzato. Raffreddamento in olio a temperatura ambiente, molto importante utilizzare un grande serbatoio dell'olio, necessario temperatura inferiore a circa 20 ° C più presto possibile realizzare un'ottima resistenza alla corrosione. Si raccomanda per il trattamento sotto-zero a freddo, - 50 ° C, aiuta a rimuovere l'austenite residua, eliminando il rischio di rottura. 58-62 HRC.

- Rinvenimento: riscaldamento lento alla temperatura di rinvenimento . Si consiglia una temperatura di 280 ° C, da 300 ° C si riduce gradualmente la resistenza alla corrosione. Raggiunta la temperatura di tenere 3 minuti per mm, il tempo minimo consigliato è 17 minuti.

_________________
" Fiorentino parlo, fiorentino penso, fiorentino sento.
Fiorentina è la mia cultura e la mia educazione. All'estero quando mi chiedono a che paese appartengo, rispondo FIRENZE, non italia. Non è la stessa cosa. " Oriana Fallaci


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Tempra
MessaggioInviato: lun mar 11, 2019 16:42 
Non connesso
TRA NON MOLTO PASSO AL TORNIO

Iscritto il: gio gen 15, 2015 10:55
Messaggi: 259
Località: decimomannu (ca)
Grazie, Zeffiro. Posso sapere quale è la fonte? Parli di temperatura di tempra 1050-60 ma dici di riscaldare a 950 poi salto termico. Che significa? Infilare in forno già caldo a 950 poi raggiungere i 1050?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Tempra
MessaggioInviato: lun mar 11, 2019 16:59 
Non connesso
TORNITORE E FRESATORE
Avatar utente

Iscritto il: lun set 08, 2008 06:49
Messaggi: 9109
Località: Firenze
arrivi a 950, salti a 1050 e stai 2 minuti per ogni mm di spessore poi raffreddi in olio, fatto questo rinvenimento a 280-300 per 17 minuti poi raffreddi

http://tienda.suministrosparacuchillos. ... tro-b.html


non c'è molto in giro non è utilizzato nell'industria

_________________
" Fiorentino parlo, fiorentino penso, fiorentino sento.
Fiorentina è la mia cultura e la mia educazione. All'estero quando mi chiedono a che paese appartengo, rispondo FIRENZE, non italia. Non è la stessa cosa. " Oriana Fallaci


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Tempra
MessaggioInviato: lun mar 11, 2019 22:21 
Non connesso
TRA NON MOLTO PASSO AL TORNIO

Iscritto il: gio gen 15, 2015 10:55
Messaggi: 259
Località: decimomannu (ca)
Fatto un po' di prove. .. da forno freddo messo 6 provini 15x100x3 mm
Portati a 1055 gradi e mantenuti a tale temperatura per 10 minuti
Provino 1 senza inoxfoil sfreddato in olio in 25 secondi circa ( si è lasciato piegare un paio di millimetri poi ha spaccato )
Provino 2 senza inoxfoil sfreddato in acqua in circa 8 secondi (idem)
Provino 3 con inoxfoil sfreddato in aria calma in 15 minuti circa (quasi elastico, buona flessione, lasciato piegare un po di più poi ha spaccato)
Provino 4 con inoxfoil spento in olio in 65 secondi circa (flessione poi spaccato)
Provino 5 con inoxfoil spento in acqua in 50 secondi circa (flessione poi spaccato)
Provino 6 con inoxfoil spento tra 2 mattoni isolanti in circa 20 minuti ( un po di deformazione oltre la flessione poi ha comunque spaccato)
Adesso sono in forno per una distensione e domani riprovo a romperli. Il forno e' salito in 45 minuti a 700 gradi, dopo altri 30 a 1000 e dopo altri 15 a 1055. Il dubbio e'... con tempi così lunghi (48 minuti sopra gli 800 gradi più altri 10 di mantenimento) spaccano così di netto perché ho sicuramente ingrossato il grano?
Ho dunque provato due pezzi a forno caldo...
Inserito a 1055 gradi, la temperatura e' scesa a 1009 per cui ho atteso che si riportasse a 1050 per attendere poi 10 minuti per il primo pezzo (5 minuti a 1050 e 5 a 1055) mentre altri 5 per il secondo (5 minuti a 1050 e 10 a 1055) ... in totale ho calcolato 22 minuti per il primo provino e 27 per il secondo.provino , entrambi con inoxfoil spenti in olio. Ho provato a forzarli in morsa e con una buona resistenza superata la flessione si lasciano piegare con un angolo di circa 60 gradi per poi spezzare di netto. Domani dopo distensione riprovo a forzare. Ho inoltre temprato due provini di c70 a 850 gradi per 10 minuti , uno in inoxfoil e uno senza, spenti entrambi in olio. Quello in inoxfoil non ha proprio preso tempra, l'altro affilato a punta graffia tutti i provini di nitrob prima citati e martellatogli contro li segna con una lieve impronta prima di spuntarsi. Il comportamento corretto di un acciaio trasformato interamente in martensite senza perlite prima del rinvenimento è spezzare di netto o lasciarsi deformare prima di rompere? Domani se riesco provo due pezzi a forno caldo con le stesse tempistiche ma senza inoxfoil...


Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Tempra
MessaggioInviato: lun mar 11, 2019 23:46 
Non connesso
TRA NON MOLTO PASSO AL TORNIO

Iscritto il: gio gen 15, 2015 10:55
Messaggi: 259
Località: decimomannu (ca)
Provino a forno caldo.


Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Tempra
MessaggioInviato: mar mar 12, 2019 07:48 
Non connesso
TORNITORE E FRESATORE
Avatar utente

Iscritto il: lun set 08, 2008 06:49
Messaggi: 9109
Località: Firenze
non ne ho idea di come si comporta 1.4916 ne cosa vuoi ottenere tu, come ho già detto non si adopera in meccanica. La tempra dei materiali l'ho studiata nel 1980 poi qualcosa dopo per lavoro quello che sò è leggere un grafico, teoria e un pò di analisi metallografica certo che l'ingrossamento del grano porta fragilità alle temperature normali prova a fare il rinvenimento dovrebbe migliorare la resilienza del tuo acciaio.

_________________
" Fiorentino parlo, fiorentino penso, fiorentino sento.
Fiorentina è la mia cultura e la mia educazione. All'estero quando mi chiedono a che paese appartengo, rispondo FIRENZE, non italia. Non è la stessa cosa. " Oriana Fallaci


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Tempra
MessaggioInviato: mer mar 13, 2019 15:23 
Non connesso
TRA NON MOLTO PASSO AL TORNIO

Iscritto il: gio gen 15, 2015 10:55
Messaggi: 259
Località: decimomannu (ca)
Ecco gli ultimi risultati.. tutti e sei distesi per un'ora e mezzo a 210 gradi circa.. cosa salta all'occhio? I due provini infilati a forno caldo con stessi tempi e temperature degli altri dell'esperienza precedente ma senza inoxfoil spaccano di netto, con una regione plastica quasi inesistente.Visto però che i provini dell'esperienza precedente infilati a forno freddo con inoxfoil si sono presentati duri senza regione plastica mi viene da pensare più che allo spegnimento influenzato dall'inoxfoil, a una possibile temperatura raggiunta nel breve periodo a causa del 'vestito'.
Gli altri 4 infilati a forno freddo con inoxfoil tranne il 4:
1 spento appena raggiunti i 1055 si comporta come una molla poi spacca ( 3 pezzi)
2 spento 5 minuti dopo raggiunti i 1055 idem come sopra ma 2 pezzi
3 arrivato a 1055 spento in aria calma idem poi spacca in 3 pezzi
4 arrivato a 1055senza inoxfoil spento in olio idem poi spacca in 3 pezzi
Direi che se ne deduce che siamo ai limiti , per cui la differenza tra inoxfoil e senza si può toccare con mano... nella precedente infornata con 10' a 1055 da forno freddo con inoxfoil e spegnimento in olio si era ottenuto un acciaio rigido con zona di deformazione quasi inesistente, ora con 5 minuti in meno c'è una ampia zona elestica poi plastica.
Allo stesso modo il provino 4 senza inoxfoil spento in olio appena raggiunti i 1055 ha una regione plastica prima della frattura.
Visto che i provini messi a caldo (tempo totale in forno 19 e 24 minuti sono più fragili con una zona di deformazione plastica inesistente oserei dire che non dipende ne dà bruciatura ne' da ingrossamento del grano. (Altrimenti sarebbero dovuti infragilire anche quelli rimasti in forno più a lungo messi a forno freddo che invece sono ottime molle)
Si accettano osservazioni.


Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Tempra
MessaggioInviato: mer mar 13, 2019 15:51 
Non connesso
TORNITORE E FRESATORE
Avatar utente

Iscritto il: lun set 08, 2008 06:49
Messaggi: 9109
Località: Firenze
sei arrivato al risultato per via empirica scelte le qualità a te più congeniali la domanda successiva è, sarà ripetibile nel tempo? riprovi con i solite impostazioni se ottieni lo stesso risultato, ti fai le varie prove per i vari acciai e sei a cavallo

_________________
" Fiorentino parlo, fiorentino penso, fiorentino sento.
Fiorentina è la mia cultura e la mia educazione. All'estero quando mi chiedono a che paese appartengo, rispondo FIRENZE, non italia. Non è la stessa cosa. " Oriana Fallaci


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Tempra
MessaggioInviato: mer mar 13, 2019 16:11 
Non connesso
TRA NON MOLTO PASSO AL TORNIO

Iscritto il: gio gen 15, 2015 10:55
Messaggi: 259
Località: decimomannu (ca)
La mia idea e' quella... ho parlato con un ingegnere meccanico che fa dottorato e mi ha detto chiaro e tondo che con i miei mezzi delle curve CCT ci faccio ben poco senza bagni termostati e rampe controllate... e soprattutto senza esami metallografici...cmq non ho finito, appena riesco faccio altre prove a conferma.Dalle mie parti si dice 'in domu e Ferreri schidoi de linna' cioe' "in casa di fabbro spiedo di legno' per indicare che ci si arrangia con ciò di cui si dispone....


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Tempra
MessaggioInviato: mer mar 13, 2019 17:19 
Non connesso
TORNITORE E FRESATORE
Avatar utente

Iscritto il: lun set 08, 2008 06:49
Messaggi: 9109
Località: Firenze
fatti delle tabelle scritte materiale spessore peso temperatura tempo ecc. ecc. è l'unica maniera

_________________
" Fiorentino parlo, fiorentino penso, fiorentino sento.
Fiorentina è la mia cultura e la mia educazione. All'estero quando mi chiedono a che paese appartengo, rispondo FIRENZE, non italia. Non è la stessa cosa. " Oriana Fallaci


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Tempra
MessaggioInviato: mer mar 13, 2019 19:44 
Non connesso
TRA NON MOLTO PASSO AL TORNIO

Iscritto il: gio gen 15, 2015 10:55
Messaggi: 259
Località: decimomannu (ca)
Si , sto archiviando tutto, sarà la mia bibbia :)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Tempra
MessaggioInviato: gio mar 14, 2019 19:17 
Non connesso
TRA NON MOLTO PASSO AL TORNIO

Iscritto il: gio gen 15, 2015 10:55
Messaggi: 259
Località: decimomannu (ca)
Spezzato i 3 spezzoni bisellati (cambiano i volumi rispetto ai test precedenti).tutti in inoxfoil da forno freddo spenti in olio.
Primo spento a 7 minuti dopo raggiunti i 1055, decisamente buono, porzione plastica quasi inesistente ma durezza non eccessiva ( lima)
Secondo spento a 12 minuti . Stranamente la prima metà di lama piega poi spezza, il resto no.
Non so che pensare. O essendo al centro degli altri pezzi la temperatura era un po' più bassa ma mi pare strano. Oppure siccome un pezzo mi era caduto nell olio dopo 10 secondi di spegnimento magari era proprio quello e da fermo senza agitazione è cambiata la velocità di raffreddamento proprio tra la famigerata Ms e Mf bloccando la trasformazione dell'austenite in martensite (penso la spiegazione più verosimile).
Terzo spento dopo 17 minuti non piega nulla e sembra avere una buona durezza.
Ho supposto anche che avesse potuto incidere l'apertura del forno sul secondo pezzo e in tal caso spiegherei il problema solo sulla parte della punta per la maggior massa termica del codolo non bisellato, ma decisamente mi sembra molto improbabile.
Bisogna che faccia un altro paio di prove senza perdere pezzi dentro l olio e abbassando i tempi del primo e allungando quelli del secondo.... cmq questo inoxfoil non mi convince, secondo me è l'unica variabile che rende il processo poco ripetibile. In base a quanto viene stretta la caramella cambia la velocità di riscaldamento e raffreddamento secondo me. In effetti un metallo con tanto cromo in teoria ha anche una elevata resistenza termica.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Tempra
MessaggioInviato: sab mar 16, 2019 10:03 
Non connesso
TRA NON MOLTO PASSO AL TORNIO

Iscritto il: gio gen 15, 2015 10:55
Messaggi: 259
Località: decimomannu (ca)
Ecco i risultati della prova più recente.
Bisellato 3 lame da 3x140 e messe in forno freddo con inoxfoil, raggiunti i 1050 con solita rampa (90 minuti)
1 spenta in olio dopo 2 minuti
2 spenta in olio dopo 12 minuti
3 spenta in olio dopo 22 minuti
Ed ecco che si svela il 'bastardo' aleatorio che mi ha rovinato alcuni lavori...
Tutte e 3 le lame per una distanza via via sempre più distante dal codolo (ben temprato in tutte) lasciano piegare addirittura senza morsa poi rompono. Più Ci si avicina al codolo e più il comportamento diviene elastico e rigido.
Rifarò la stessa prova con i biselli nudi.
Subito dopo, a forno caldo ho inserito 6 provini nudi 3x15x100 che mi hanno abbattuto la temperatura a 1000 gradi tondi. In 17 minuti è salita di nuovo a 1055. Da qui:
1 spento in olio dopo 2 minuti
2 dopo 4
3 dopo 7
4 dopo 11
5 dopo 16
6 dopo 25
La 1 2 3 si son rivelate buone alla flessione e durezza in toto ( le ho rotte dopo una deformazione inpercettibile (1mm su 100 di lunghezza circa)
La 4 mi è sembrata più fragile e non ho apprezzato la deformazione
La 5 e la 6 mi hanno confermato quanto percepito nella 4... decisamente meno resistenti, senza deformazione, rotte senza usare le pinze con l estremità in morsa anche su mezza lunghezza.
A questo punto penso 2 cose:
1 l'inoxfoil (almeno per questo acciaio) e' da bandire
2 la fragilita' dei provini nudi tenuti a lungo sia data stavolta dal grano ingrossato o dall 'acciaio bruciato' dati i tempi sopra 1000 gradi di oltre 30 minuti ma effettivi, senza isolamento della caramella.
Prossima prova bisello e tempro sia da forno freddo con gli stessi tempi che da caldo .... e dovremo esserci
Ah giusto una precisazione... sn andato a comprare il condursal ma me lo devono ordinare e l'utensileria mi ha proposto un bel forno con la camera il doppio della mia che arriva a 1000 in 30 minuti... ecco perché venderei il mio anche se a questo punto non credo mezza virgola che l'aleatorieta della tenpra dipenda da esso.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Tempra
MessaggioInviato: dom mar 17, 2019 06:47 
Non connesso
SON PASSATO AI TRAPANINI

Iscritto il: mar ott 31, 2017 07:36
Messaggi: 95
Località: cerveteri
a quanto pare dalle prove che hai fatto, il vero problema per questo acciaio e' proprio la rapidita' di discesa della temperatura. i primi provini che hai fatto erano tutti pieni ( rettangoli senza forma e bisellatura della lama) e hai ottenuto bene o male lo stesso risultato sia senza che con iconel. mentre sui provini di lama no. quelli con iconel non hanno preso una buona tempra rispetto a quelli nudi. sembra che i primi provini, proprio perche' pieni, mantengano meglio la temperatura dall'uscita del forno e quindi nel momento dello spegnimento hanno un buono shock termico anche se l'iconel isola il pezzo dall'olio (rallentando questa discesa di temperatura).
con i provini di lama, nel tragitto dall'uscita dal forno e l'immersione nell'olio perde temperatura di parecchio ovviamente verso la punta perche' piu' fina. considerando questo e l'isolamento che fa l'iconel, lo shock termico e' molto piu' blando sempre verso la punta. ecco perche' ti sei trovato il codolo che e' 3 mm pieno ben temprato mentre il resto che e' piu' fino no. i pezzi nudi anche loro perdono temperatura ma hanno maggiore shock termico proprio perche non c'e' niente che li isola e quindi una migliore tempra.

questo e' un ragionamento fatto da appena alzato alle 6 di mattina senza nemmeno un caffe quindi scusate se ho detto una caxxata ma sono giustificato :matto:

usi olio da tempra o qualche altro tipo di olio?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Tempra
MessaggioInviato: dom mar 17, 2019 10:55 
Non connesso
TRA NON MOLTO PASSO AL TORNIO

Iscritto il: gio gen 15, 2015 10:55
Messaggi: 259
Località: decimomannu (ca)
Olio motore nuovo. Stamattina ho messo il timer così che alle 8 avevo il forno a 1030 in salita e ho sfreddato 2 pezzi di bisellato lungo 14 cm ( due lame da buttare di prova ) in inoxfoil infilate a forno freddo, dopo 10 minuti a 1055 una infilata di punta e una di codolo
La prima (di punta) ha mostrato il codolo duro e la punta no
La seconda il codolo tenero e la punta così così ( lasciava piegare ma non come la prima)
Ora dubito sull uniformità di temperarura.. Ma non son certo, proprio perché prendendo la caramella con le pinze di punta proprio l'afferrare premendo l inoxfoil in quella regione potrebbe condizionare e migliorare lo scambio.
Ma questo non spiega perché le lame corte di un altra prova che stavano tutte nella porzione centrale del forno hanno dato lo stesso difetto ma in modo aleatorio (difetto principale la 2 rispetto alla 1)... (Si potrebbe pensare all inoxfoil che tocca o non tocca la lama in modo impossibile da ripetere identico)
Per togliermi ogni dubbio infilero (tra 1 decina di giorni ,adesso stop) due o tre biselli che occupino tutta la profondità del forno senza inoxfoil e sfreddero con tempi progressivi proprio per stare al limite...
Cmq non spiego perché vicino alla porta in cui dovrei avere la temperatura più bassa (termocoppia in fondo al forno) la tempra viene sempre bene.... dubito fortemente che sia la temperatura proprio perché non essendoci bisello l inoxfoil vi aderisce bene anche per la presa e lo scambio termico dovtebbe essere agevolato (T esterna-inoxfoil-lama invece che T esterna-inoxfoil-aria-lama). Inoltre l acciaio in questione dovrebbe avere una buona finestra di temperature di tempra per cui non credo di poter avere una incidenza così pesante di una lieve difformità all'interno.


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 54 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC +1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it