MECCANICA e DINTORNI

COSTRUIAMO LE NOSTRE CNC DIVERTENDOCI CON L'AIUTO DI TANTI PROFESSIONISTI ESPERTI
Oggi è mar ago 14, 2018 07:29

Tutti gli orari sono UTC +1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 89 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: Primary versione 6.12
MessaggioInviato: mar ott 30, 2012 00:49 
Non connesso
CAPO OFFICINA
Avatar utente

Iscritto il: dom gen 31, 2010 21:46
Messaggi: 6844
Località: Bussero (MI)
claudio71 ha scritto:
io faccio inverter per saldatura e taglio di mestiere

:shock: :shock: :shock:
se puoi farci compagnia ???
DIREI !!!
Ora stiamo aspettando che Raban completi la prima release del firmware del dsPIC per la nuova primary.
Ti sei già letto tutto ? Hai domande particolari ? Dubbi su qualche sezione ??
:1234:

_________________
McMax

Io ne capisco poco, ma c'è sempre qualcuno che ne capisce di meno.

fulminato in tenera età


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Primary versione 6.12
MessaggioInviato: mar ott 30, 2012 01:14 
Non connesso
CAPO OFFICINA
Avatar utente

Iscritto il: mar mar 23, 2010 22:18
Messaggi: 34015
Località: Artena(Roma)
anche su quella calendari :risatina:

_________________
la democrazia funziona fino quando fate quello che dico io!
Mc Mazzafrusten meccanico mannaro
il riparatore di riparazioni
er robin hood de no'antri
tagliatore scelto di puntarelle
http://www.lievitoedintorni.it/phpbb/index.php


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Primary versione 6.12
MessaggioInviato: mar ott 30, 2012 21:30 
Non connesso
APPRENDISTA E ADDETTO ALLE PULIZIE

Iscritto il: lun ott 29, 2012 22:57
Messaggi: 12
Località: genova
Ciao si allora sto leggendo un po tutto , volevo capire a che punto siete ora di che inverter si tratta a che frequenza lavora .. però mi serve un po di tempo per leggere tutto se intanto volete chiedermi qualcosa fate pure cosi intanto mi introduco un po :1234: lo so mi sto scavando la fossa :grin:

Intanto vi do alcune indicazioni generali in base a quello che ho letto sinora:

consideriamo un inverter a ponte H a 40KHz alimentato a 230 v che eroghi diciamo 160 amp:

la prima cosa stabilisco che è una macchina discontinua e in base a questo penso il trasformatore adatto che sia anche commercialmente appropiato, la scelta cade su un E65_32_27 considerando che non devo superare gli 80° pena la perdita della permeabilità e la ferrite prende le caratteristiche di una tazzina di caffè in ceramica (quindi il trasf. diventa un corto) consideriamo quindi il valore massimo di induzione consentita per il materiale scelto e facciamo in modo di contenerla alla metà quindi Bmax=Bsat/2 con una mescola N27(scelta in base alla frequenza) . A questo punto stabilisco la tensione di uscita e quindi il rapporto spire N2/N1 qui mi fermo perchè non ho trovato questi dati nella discussione sino dove ho letto . (tensione di uscita )
La retroazione di corrente NON scelgo di farla sul secondario essendo questi inverter un po estremi ma preferisco metterla sul primario con un effetto hall passivo . (quelli attivi sono lenti , vanno bene per i display), e considero come dispositivi gli ottimi hght20n60a4d.
L'utilizzo dei micro è spesso scartato per il controllo del pwm in quanto queste macchine generano molto rumore elettronico , tuttavia è una strada percorribile, ora cerco di capire come lo state facendo, il passo successivo dopo le spire sarà lo snubber , elemento critico e fondamentale per non disintegrare gli igbt che rompono non per eccesso di corrente ma per rottura dielettrica in quanto durante la commuttazione l'effetto charge pump produce valori di tensione che supererebbero i 600V . Spero di esservi di aiuto e di non confondervi le idee ancora di piu , se posso essere piu chiaro in qualche modo chiedemi . :grin:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Primary versione 6.12
MessaggioInviato: mer ott 31, 2012 00:17 
Non connesso
CAPO OFFICINA
Avatar utente

Iscritto il: dom gen 31, 2010 21:46
Messaggi: 6844
Località: Bussero (MI)
allora prima era un hard switching 40khz con 3 mos per switch e come controllo usava un pic18f; ora siamo passati ad uno ZVS con 2 IGBT per switch che usa un dsPic specifico per smps. sempre 40Khz. trafo autocostruito con core EE70 17:4. ingresso da 230vac raddrizzata fbr con 4000uF di filtro. in prospettiva diventerà un boost pfc ma prima dobbiamo far andare l'inverter. secondario attuale con fbr a diodi ultrafast ed in prospettiva diventerà sync rectifier ma prima dobbiamo farlo andsre cosí. regolazione con loop di corrente dal secondario tramite sensore effetto hall da 225A + current limiter sul primario a shunt con ingresso diretto nel dsPic su apposito comparatore veloce. per le forme d'onda in ac sul secondario abbiamo un ponte H con 3 mos per switch + trasormatore hf per accoppiamento serie della hv per innesco arco in tig. più o meno dovrei aver ricordato tutto..... se vuoi info specifiche chiedi.
grazie!!

_________________
McMax

Io ne capisco poco, ma c'è sempre qualcuno che ne capisce di meno.

fulminato in tenera età


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Primary versione 6.12
MessaggioInviato: mer ott 31, 2012 01:01 
Non connesso
TORNITORE E FRESATORE

Iscritto il: mer giu 03, 2009 20:29
Messaggi: 2106
Località: Ameglia (SP)
Ottimo Claudio, ben arrivato!!! Vedo che stai già cominciando a contribuire in maniera molto attiva. McMax e Raban hanno fatto un lavoro spettacolare ma la tua competenza specifica del settore arriva come il cacio sui maccheroni (tanto per fare uno di quegli esempi che piacciono tanto a Rino....)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Primary versione 6.12
MessaggioInviato: mer ott 31, 2012 09:04 
Non connesso
APPRENDISTA E ADDETTO ALLE PULIZIE

Iscritto il: lun ott 29, 2012 22:57
Messaggi: 12
Località: genova
Allora si , per il momento meglio pensare all'inverter il prepfc verrà poi , come ho premesso l'utilizzo dei pic o piu in generale di microcontrollori a me ha sempre fatto piovere problemi di ogni tipo in particolare quando si schicchera l'hf in tig , si piantano , solitamente li uso solo per la logica tig o comunque non per gestire il pwm per il quale continuo ad usare dispositivi come l'uc3856 o simili che non patiscono quasi niente. comunque io mi concentrerei sul nocciolo ora . trasformatore/dispositivi di commutazione gestione del tempo morto , snubber , dimensionamento e obbiettivo di rendimento , sbrogliata questa matassa hai un generatore stabile e puoi sbizzarrirti col resto .
Sarebbe molto importante sapere oltre il fatto che usate un E70 (scelta perfetta anche se un E65 costa meno e per contro comporta un ciclo macchina inferiore) per poter far 2 conti dovrei sapere se è un E70/33/32? di quale marca? cioè i parametri per poter fare il calcolo , quindi la densità di corrente applicabile al mm2 (quadro) etc in questo modo si fissa il nocciolo e si puo tracciare una curva di carico che ci dirà se i dispositivi di commutazione sono adeguati , delineare quindi il picco di corrente rispetto al duty , a quel punto si potrà validare il ponte H o eventualmente riconsiderarlo, poi si passa allo snubber , in questo tipo di ponte un RC molto accurato è l'ideale . :rotfl: dopo tanti anni che faccio sti generatori ancora nessuno mi ha insegnato a saldare :rotfl:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Primary versione 6.12
MessaggioInviato: mer ott 31, 2012 09:48 
Non connesso
TORNITORE E FRESATORE

Iscritto il: mer giu 03, 2009 20:29
Messaggi: 2106
Località: Ameglia (SP)
Claudio hai un link a cui fare riferimento per le specifiche dei trasformatori?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Primary versione 6.12
MessaggioInviato: mer ott 31, 2012 10:25 
Non connesso
CAPO OFFICINA
Avatar utente

Iscritto il: dom gen 31, 2010 21:46
Messaggi: 6844
Località: Bussero (MI)
Claudio il core è un E70/33/32 ferroxcube 3C90. 17 spire al primario e 4 al secondario. no gap.
Qui trovi il topic sulla realizzazione del trafo con foto e dettagli: viewtopic.php?f=76&t=4405
Questa è la specifica della ferrite: http://www.ferroxcube.com/prod/assets/3c90.pdf
Questa quella del core: http://www.ferroxcube.com/prod/assets/e713332.pdf

_________________
McMax

Io ne capisco poco, ma c'è sempre qualcuno che ne capisce di meno.

fulminato in tenera età


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Primary versione 6.12
MessaggioInviato: mer ott 31, 2012 14:48 
Non connesso
APPRENDISTA E ADDETTO ALLE PULIZIE

Iscritto il: lun ott 29, 2012 22:57
Messaggi: 12
Località: genova
Si ho visto mi ero perso nelle discussioni precedenti , quindi la tensione di uscita calcolata con i tuoi dati è di 76,3V senza considerare il Death time e la Vd ma assumiamolo come parametro. Per avere un idea del lavoro dei transistor (per ora li chiamo cosi poi che siano igbt o altro non importa) ho un tempo di conduzione di 11,8 uS con un picco di 51A!!max e 34Amin e 170A di uscita con un picco di 204 A .. quello che mi chiedo adesso è a che corrente limita. Comunque mi sembra ben bilanciato forse forse dovrai ridurre leggermente il flusso ,perchè cosi se non eroga diventa un fornello, ma io direi che ci sei. ci vorrà al limite una rete demagnetizzante in uscita . Ora si stratta dell'induttanza e dei transistors. A spanne ci vorrà un induttore da circa 700nH prima del trafo di hf per il quale posso suggerirvi una soluzione che ho adottato in diverse occasioni , ma andiamo con calma.
Se si vuole dei margini di conduzioni cosi grandi sarebbe meglio guardare a dei moduli semikron o eupec perchè i to247 parallelati si scassano prima o dopo anche se sono igbt appositi per essere parallelati , i mosfet invece a queste correnti diventano un po inadatti. Se si vuole invece "frenare" in tempo un dispositivo eccellente è come da voi già considerato l' HGTG20N60A4D che ha dentro tra l'altro un fantastico diodo. (attenzione però questo IGBT non puo in alcun modo essere parallelato)
Adesso torno al mio lavoro piu tardi torno a leggere tutta la storia precedente , comunque devo farvi i complimenti siete veramente tosti!
:eek:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Primary versione 6.12
MessaggioInviato: mer ott 31, 2012 18:49 
Non connesso
APPRENDISTA E ADDETTO ALLE PULIZIE

Iscritto il: lun ott 29, 2012 22:57
Messaggi: 12
Località: genova
:grin: Rieccomi allora stavo leggendo riguardo gli igbt uhm.. ecco qui mi permetto di fare un piccolo appunto ricollegandomi a quanto detto prima gli igbt tipo IGBT HGTG27N120BN sono meno prestazionali rispetto ai 20N60 proprio perchè hanno margini di potenza superiori. Quando costruiscono un igbt non hanno scelta per avere maggiore corrente e VCE devono allargare il Dy quindi l'effetto di propagazione rallenta , inoltre il gate , che puo essere considerato virtualmente come una capacità da caricare e scaricare , aumenta considerevolmente di valore. Piu si alza questo valore piu sarà necessario diminuire la frequenza di commutazione e pompare il gate aumentando la Vge e riducendo la Rgate andando però cosi a interessare le armoniche superiori (Mhz). Quindi quando si intende realizzare un sistema bilanciato ed armonico è bene fissare questi punti altrimenti e come tirare la coperta troppo corta :grin: Inoltre non è vero che ad un igbt piu potente corrisponde piu potenza se non lavora in modo ottimale scalderà di piu e farà un sacco di schifezze sulle armoniche in cima. Nello specifico tra hgtg20n60a4d IGBT HGTG27N120BN e un modulino le due scelte bilanciate sono l'hgtg20n60a4d o il modulino.Stringendo diciamo che usare un 1200V in luogo di un 600V non è mai utile , piuttosto si fa un buon snubber e si utilizza il dispositivi piu veloce.
Non mi dannerei in questa fase con la res di gate , inizialmente in questo caso si puo usare da un 15ohm(Vge 15V con zener di screstatura ) poi quando la macchina gira rotonda si andranno a fare le pulci alle armoniche alzandola , tenendo presente che il difficile non è portare in conduzione il transistor ma riaprirlo , un metodo puo essere quello di mettere una res gate un po piu alta per commutare un po sul morbido e un diodo in parallelo che si polarizza direttamente quando arriva il fronte negativo . oppure un transistor pnp che scarica il gate con lo stesso principio.
Spero di essere utile sinora :grin: (le resistenze di gate dovrebbero essere a film metallico per evitare il rumore di johnson e di shot)


Ultima modifica di claudio71 il mer ott 31, 2012 21:17, modificato 3 volte in totale.

Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Primary versione 6.12
MessaggioInviato: mer ott 31, 2012 19:04 
Non connesso
CAPO OFFICINA
Avatar utente

Iscritto il: mar mar 23, 2010 22:18
Messaggi: 34015
Località: Artena(Roma)
di questi ultimi post ho capito solo cacio sui maccheroni :risatina:

_________________
la democrazia funziona fino quando fate quello che dico io!
Mc Mazzafrusten meccanico mannaro
il riparatore di riparazioni
er robin hood de no'antri
tagliatore scelto di puntarelle
http://www.lievitoedintorni.it/phpbb/index.php


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Primary versione 6.12
MessaggioInviato: mer ott 31, 2012 19:14 
Non connesso
APPRENDISTA E ADDETTO ALLE PULIZIE

Iscritto il: lun ott 29, 2012 22:57
Messaggi: 12
Località: genova
mi hai fatto venire fame con sti maccheroni mi ordino una pizza visto chè è ora :gnamgnam:
Intanto ho fatto 2 conti per uno snubber adatto ossia una res da 22 ohm_10W a filo ed un cond da 470pF 1000V box in serie e messi in parallelo al primario. cosi le Vce scendono e si possono mettere dei dispositivi veloci :gnamgnam:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Primary versione 6.12
MessaggioInviato: mer ott 31, 2012 20:59 
Non connesso
APPRENDISTA E ADDETTO ALLE PULIZIE
Avatar utente

Iscritto il: gio dic 16, 2010 19:30
Messaggi: 36
Località: Imperia
Salve ragazzi, complimenti per l'ottimo lavoro.
Se puo' interessare ho scaricato alcuni schemi elettrici e manuali di riparazione per saldatrici Tig varie.
Non so se postarli, visto che sono di case costruttrici abbastanza note.
Fatemi sapere.

_________________
A.D. della Sballengrossen Muggestrassen Vanibraudy Stukkenburgo.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Primary versione 6.12
MessaggioInviato: mer ott 31, 2012 21:17 
Non connesso
TORNITORE E FRESATORE

Iscritto il: ven dic 02, 2011 19:34
Messaggi: 1435
Località: Siracusa
Vorrei porre una domanda a McMax questo inverter è in grado di generare un tensione per elettrodi celluloidi
? cioè almeno di 85v ?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Primary versione 6.12
MessaggioInviato: mer ott 31, 2012 22:17 
Non connesso
CAPO OFFICINA
Avatar utente

Iscritto il: dom gen 31, 2010 21:46
Messaggi: 6844
Località: Bussero (MI)
Claudio, dove diavolo eri 2 anni fa quando avevamo bisogno di te ???? :frusta:
Quanti botti ci saremmo risparmiati se fossi arrivato prima :hammer: :rotfl:

Ciò che tu ha espresso in poche ma efficaci righe noi lo abbiamo sperimentato sulla nostra pelle: gli switch sono decisamente più facili da chiudere che da aprire e quasi tutti i botti che abbiamo fatto li abbiamo fatti per cross conduction causato da uno switch che non si apriva o che si richiudeva a "muzzo".
L'attuale versione della primary, oltre ad utilizzare il dsPIC come controllo (torneremo su questo punto in seguito...), utilizza driver e gate drive transformer per il pilotaggio dei gate. Questo dovrebbe aiutare nel corretto spegnimento dei gate e soprattutto nel'evitare che uno switch si accenda a causa di ringing sul gate. Andando in ZVS a DC fisso al 50% il trasformatore di gate lavora nel modo migliore e non dovremmo avere problemi sotto quel punto di vista.
3 domande avrei subito pronte:

1 - come ci si regola con il ciclo quando interviene una condizione di sovracorrente ? Mi spiego meglio: la regolazione nello ZVS avviene variando la fase dei PWM che sono a DC fisso al 50%; in condizione di overcurrent dovrei a logica mettere lo sfasamento a 0 piuttosto che ridurre il DC come invece verrebbe da pensare. Sono che lo sfasamento a 0 non lo posso mettere mentre eseguo il ciclo ma solo da ciclo successivo e, dovendo eseguire un current limit cycle-by-cycle non so come uscirne....

2 - Come si dimensiona lo snubber su un full bridge ? Non l'ho trovato su nessun testo. Io ho provato a mettere uno snubber su ogni switch ma l'efficacia ha sempre lasciato molto a desiderare...

3 - Come lo dimensioniamo il condensatore di disaccoppiamento in serie al trasformatore per lo ZVS ? E' necessario o si può farne a meno ? Dalla documentazione che mi sono letto la capacità utilizzata come tank nel ciclo di ZVS è quella di CE (o DS) degli switch..... ma in serie al primario c'è sempre un condensatore di DC blocking.... A parte evitare la saturazione del nucleo in caso di sbilanciamento e di creare un tank LC risonante, che altra funzione ha questo condensatore ?

Il trasformatore HF lo abbiamo già fatto ed anche provato. Qui trovi i topic con la realizzazione ed i link ad alcuni video:
viewtopic.php?f=76&t=4828 ==> discussione generale
viewtopic.php?f=76&t=4147 ==> spinterometro
viewtopic.php?f=76&t=5294 ==> video
viewtopic.php?f=76&t=5409 ==> sezione documentata

Bell no, non arriviamo ad avere una tensione di arco sufficiente agli elettrodi cellulosici. Se alziamo troppo la tensione dobbiamo commutare ancora più corrente istantanea al primario e direi che già siamo a "tappo" :mrgreen:

_________________
McMax

Io ne capisco poco, ma c'è sempre qualcuno che ne capisce di meno.

fulminato in tenera età


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 89 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC +1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it